BASTA CON LA SCHIAVITU’ DELLA DEPILAZIONE

Una delle più fastidiose costanti della vita di una donna a partire già dalle fasce di età più giovanili è il problema della depilazione. Ormai da diversi decenni le donne hanno apertamente dichiarato guerra ai peli superflui e, su questa scia, si sta orientando anche l’universo maschile che ultimamente sembra guardare con maggior attenzione ed interesse al mondo dell’estetica.

Ma in questo ambito, come recita un vecchio proverbio, il binomio “apparire bella” e “soffrire” sembra fare da padrone, basti ripensare alle diverse tipologie di ceretta o di metodiche epilatorie con filo che permettevano si di avere una maggior autonomia temporale, ma a costo di un “brutto quarto d’ora” di procedura. Le alternative più delicate, rappresentate da rasoio o crema depilatoria, di sicuro molto più tollerabili e di rapida esecuzione, vedevano invece sull’altro piatto della bilancia una ricrescita che nei casi più sfortunati diventava evidente già dal giorno dopo o alla prima pelle d’oca, per non parlare della malaugurata mano che sfiorava l’arto contropelo.

Ma qual è la soluzione a questo spinoso problema? La depilazione definitiva. Ingegneri che probabilmente diverse donne proporrebbero per il premio Nobel, hanno messo appunto tecnologie capaci di indebolire progressivamente il bulbo pilifero fino ad arrestarne la ricrescita. Tra queste, le più diffuse sono rappresentate dalla Luce Pulsata e dal Laser a Diodo. Anche se entrambe possono essere paragonabili come efficacia se utilizzate da mano esperta, la prima ha due svantaggi non indifferenti: è abbastanza dolorosa, tanto che spesso le pazienti abbandonano il trattamento, ed inoltre è fotosensibilizzante e quindi inutilizzabile nel periodo estivo.

L’epilazione con Diodo, invece, sembra essere la risposta definitiva al nostro enigma. Questo laser permette di trattare rapidamente estese superfici e la sua intensità può essere modulata in base al fototipo ed alla tollerabilità della paziente. Essendo inoltre non fotosensibilizzante, è possibile usufruire della procedura anche durante il periodo estivo, senza interruzioni. Il laser convoglia l’energia direttamente all’interno del bulbo pilifero senza danneggiare la pelle, rendendo la metodica completamente indolore. Il pelo ne risulta via via più indebolito finchè non riesce più a rigenerarsi. Gli effetti del trattamento sono visibili già dalle prime sedute, con un rallentamento della velocità di crescita ed una riduzione del diametro e del numero dei peli. E’ importante, per una corretta esecuzione, che la paziente si depili tramite rasoio o crema depilatoria uno o due giorni prima dell’appuntamento mensile con il diodo poiché un pelo estirpato con depilatore o ceretta non mantiene il bulbo che è appunto il bersaglio del laser rendendolo quindi inefficace, d’altronde peli troppo lunghi rischiano di dissipare tutta l’energia solo sul fusto, senza che ve ne resti a sufficienza per distruggere il bulbo. Il numero di sedute necessarie è variabile da persona a persona in base alla densità e tipologia dei peli ed alla carnagione della pelle. Di solito si inizia con alcune sedute a cadenza mensile per poi programmarle in base alla ricrescita del pelo. La durata del trattamento è breve, in media le gambe per intero vengono trattate in 10 minuti; la procedura è indolore e permette comunque di tornare rapidamente alle normali attività quotidiane.

Il risultato: gambe sempre lisce, pelle sana e finalmente la possibilità di preparare la valigia per le vacanze estive senza rasoio o depilatore

Per ulteriori informazioni:  06 85305218 – 06 85305309 o info@worldmedicineroma.it

    Continua a leggere